Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Stampa questa pagina

30 km all'ora, calmare il traffico, calmare il clima.

Giovedì, 08 Ottobre 2015 08:30

Essere investiti da un'auto a 50 chilometri all'ora è come cadere dal terzo piano di un edificio: solo il 50% di probabilità di sopravvivere. Un limite di 30 chilometri all'ora renderebbe le nostre città molto più sicure, riducendo anche le emissioni di carbonio.

E di certo non ti farebbe arrivare in ritardo al lavoro.

 

Prosegue la campagna nazionale della FIAB #30elode, sul tema della sicurezza nelle città, sostenuta anche dall'ECF (Federazione Europea dei Ciclisti alla quale FIAB aderisce).

 

Un limite di 30 chilometri all'ora renderebbe le nostre città molto più sicure, riducendo anche le emissioni di carbonio. E di certo non ti farebbe arrivare in ritardo al lavoro.

Essere investiti da un'auto che viaggia a 50 chilometri all'ora corrisponde alla caduta dal terzo piano di un edificio: solo il 50% di probabilità di sopravvivere all’impatto. Invece, se investiti da una che corre a 30 km, le probabilità di sopravvivenza sono del 95 % . Eppure i 50 km/h sono il limite di velocità generale nelle città europee, con solo alcune zone o strade che fanno eccezione .

Inutile dire che tu, se devi saltare, scegli il primo piano .

Questa potrebbe essere una ragione sufficiente per ridurre il limite di velocità generale in città a 30 chilometri all'ora, ma c'è di più. In realtà, andando a basse velocità si potrebbe anche contribuire al risparmio di CO2 e di altre emissioni .

 

Un gruppo di ricercatori della “Rete Globale delle Scienze e Tecnologie Ambientali”, guidati da a Jesus Casanova, ha scoperto che, la riduzione del limite di velocità a 30 km/h sulle strade urbane, non solo non ha alcun impatto sul tempo necessario per completare un viaggio in auto , ma riduce anche le emissioni nocive delle auto , perché meno di carburante viene bruciato.

I ricercatori concludono che la riduzione del limite di velocità non è solo un modo efficiente per rendere più sicuri i pedoni , ma anche per aiutare l'ambiente.

 

ECF ha condotto una lunga campagna per i limiti di velocità più bassi in città e sostiene la campagna europea  per 30 chilometri all'ora come limite di velocità in città . Una modifica del limite di velocità “di default” è molto più conveniente per le città di attuare zone 30, in quanto non necessita di alcuna infrastruttura, lavori e segnaletica .


 

Articolo tratto dal sito ECF

Ultima modifica il Giovedì, 08 Ottobre 2015 08:43