Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Stampa questa pagina

FIAB e Trenitalia rafforzano l’impegno per l'intermodalità treno+bici

Martedì, 03 Novembre 2015 21:59

Ad Ecomondo, salone della Green Economy di Rimini, si parlerà di mobilità sostenibile e la presenza di Trenitalia è l’occasione per parlare anche delle prospettive di sviluppo dell’intermodalità treno +bici.

 

Prospettive che già hanno visto positivi riscontri al primo Tavolo tecnico previsto dalla Convenzione Trenitalia - Fiab (vedi anche qui) che ha affrontato alcune questioni poste da FIAB con la propria “piattaforma”  ed altre interessanti comunicazioni da parte di Trenitalia.

 

Le buone notizie non sono poche e fanno ben sperare in una “svolta”. FIAB ne seguirà l’applicazione e porterà al tavolo altri punti della propria “piattaforma”, in un clima che sembra finalmente di maggior attenzione per la mobilità sostenibile.

Le novità le potete apprendere di seguito dal Comunicato  Stampa e dalla relazione riassuntiva dell’incontro.

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

A Ecomondo di Rimini fino a venerdì si parla anche di mobilità sostenibile

 

FIAB e Trenitalia rafforzano l’impegno per soluzioni d’intermodalità fra treno e bicicletta

 

Risposte positive e investimenti dedicati, dal primo tavolo di lavoro congiunto:

nuovi spazi per le bici a bordo dei convogli, facilità nell’acquisto dei biglietti e, con RFI,

la realizzazione di 180 stazioni accessibili agli utenti con bicilette al seguito.

 

Milano, 3 novembre 2015 - In concomitanza con Ecomondo, la 19^ edizione del grande salone dedicato alla green economy e all’economia circolare in corso a Rimini in questi giorni, continua il dialogo tra FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta e Trenitalia, quest’ultima presente alla fiera riminese con un fitto programma d’incontri, studiati per contribuite a dare un’impronta sostenibile al tradizionale paradigma della mobilità e a valorizzare le peculiarità del trasporto su rotaia, con una particolare attenzione alle esigenze regionali.

 

Treno e bicicletta sono due mezzi di trasporto che rispettano l’ambiente e le persone: una funzionale e puntuale intermodalità fra treno e bici è qualcosa di imprescindibile per lo sviluppo di un’autentica mobilità sostenibile.

FIAB e Trenitalia lo sanno bene e sono già impegnate in questa direzione: qualche settimana fa si è svolto, infatti, a Roma il primo Tavolo tecnico previsto dalla Convenzione Trenitalia - FIAB (siglata lo scorso 13 aprile) dove sono emerse già alcune risposte positive alla “piattaforma di richieste FIAB”.

 

In relazione al trasporto delle biciclette a bordo dei treni, Trenitalia sta predisponendo nuovi capitolati per il materiale rotabile, che permettono alle Regioni committenti di scegliere gli allestimenti per il trasporto delle bici a bordo dei nuovi treni e, parallelamente, ha stanziato un investimento di circa 60 milioni di euro dedicati all’adeguamento di alcuni convogli già in uso, dove verranno creati spazi dedicati al trasporto delle biciclette (la riqualificazione interesserà, in primis, la flotta TAF in circolazione sui collegamenti regionali in Lazio, Veneto, Piemonte e Campania e si completerà nel 2016).

 

Allo studio la possibilità di acquistare il supplemento bici dal sito internet delle ferrovie - oltre che nei 70.000 punti vendita esterni della rete Sir, Sisal e Lottomatica - e la creazione del posto bici a bordo “prenotabile” in anticipo. Verranno anche incentivate possibili partnership per favorire l’acquisto di biciclette pieghevoli da parte degli abbonati al trasporto regionale.

Per quanto riguarda il cicloturismo, Trenitalia sta vagliando un ulteriore accordo con FIAB per trovare forme di facilitazione e promozione dei viaggi in bici, per gli abbonanti Trenitalia che usufruiranno della rete di Albergabici.it

 

Intermodalità treno+bici, sia in ambito quotidiano sia per il tempo libero, vuol dire anche facilità di accesso alle stazioni e servizi adeguati in ogni momento, come conferma il Protocollo d’intesa RFI - FIAB firmato a settembre, che si propone di elaborare progetti di potenziamento infrastrutturale per migliorare l’accessibilità delle stazioni e facilitare, a chi usa le due ruote, gli spostamenti in ambito ferroviario (marciapiedi, sottopassaggi pedonali).

Con interventi in 180 hub nell’ambito del Progetto 500 stazioni il protocollo prevede, attraverso interventi dedicati e finanziamenti con fondi RFI e fondi pubblici destinati alla mobilità sostenibile, l’allestimento di stalli pavimentati e coperti riservati al parcheggio delle biciclette, scivoli per accedere ai binari, aree bike sharing nelle piazze antistanti alle stazioni nelle città dove il servizio è operativo, locali per il noleggio e la manutenzione delle bici, segnaletica dedicata, ma anche un decalogo di buoni comportamenti in stazione e in treno rivolto agli utenti che viaggiano con una bicicletta al seguito.

 

Bicicletta, mobilità sostenibile e intermodalità tra mezzi di trasporto sono dunque in scena anche in occasione di Ecomondo Rimini, da oggi fino a venerdì 6 novembre.

 

 

RELAZIONE 1° TAVOLO FIAB - TRENITALIA

 

Il 17 settembre 2015 si è svolto a Roma, nella sede di Trenitalia il primo Tavolo tecnico previsto dalla Convenzione Trenitalia - Fiab, siglata lo scorso 13 aprile.

 

Presenti per:

 

  • Trenitalia Viorel Vigna, Responsabile Commerciale Regionale, Federica Follesa, Responsabile Contratti di Servizio e Sistema Tariffario, Sandro Anasetti Responsabile Linea Manutenzione Mezzi Leggeri e Stefano Maricchiolo Responsabile Linea Manutenzione Mezzi Ordinari e Luigi Contestabile, Responsabile Sostenibilità

  • FIAB Giacomo Scognamillo, Responsabile Nazionale Fiab per l’intermodalità e Beatrice Galli, Rappresentante del consiglio di presidenza Fiab.

 

All’ordine del giorno:

 

  • L’impegno di Trenitalia per favorire il trasporto della bicicletta (Contratti di servizio, rinnovo della flotta, partnership…)

  • Accessibilità al servizio di trasporto bici al seguito:
    • locale attrezzato su locomotive 464
    • acquisto capillare del supplemento bici
    • mail dedicata per gruppi on line nelle pagine regionali
    • tariffa dedicata di abbonamento

  • comunicazione sui rispettivi siti degli eventi dedicati alla bicicletta

 

Viorel Vigna mette in risalto il rinnovato impegno di  Trenitalia a favore del trasporto intermodale treno +bici. Nell’ambito del rinnovo del materiale rotabile, Trenitalia sta predisponendo capitolati dove è prevista la possibilità di scegliere diversi allestimenti, inclusi quelli per trasporto della bicicletta.

L’impegno di Trenitalia per favorire il trasporto delle biciclette a bordo si sostanzierà anche nei lavori di riqualificazione dei convogli TAF, primo treno pensato ed acquistato per il trasporto regionale nel 1999, ma senza spazi dedicati alla bici: saranno recuperati spazi sufficienti a trasportare almeno 6 bici per convoglio.

I lavori di riqualificazione interesseranno la flotta TAF in circolazione nel Lazio (più di 40), Veneto, Piemonte e Campania e si completeranno nel 2016 per un investimento complessivo di circa 60 milioni di euro.

 

Sono inoltre in fase di studio possibili partnership per favorire l’acquisto di biciclette pieghevoli da parte degli abbonati al trasporto regionale.

 

In corso approfondimenti con gli organizzatori del Giro d’Italia per offrire ai partecipanti e agli appassionati la possibilità di seguire la corsa con un servizio bici+treno.

Inoltre Trenitalia sarà presente con uno stand ad Ecomondo a novembre, ove si punterà sul rilancio del trasporto regionale.

Trenitalia sta vagliando un ulteriore accordo con FIAB per trovare forme di facilitazione e promozione dei viaggi in bici per gli abbonanti Trenitalia che usufruiranno della rete di Albergabici.

 

Risolta la questione dell’utilizzo degli spazi sul locomotore E464: rimosso il pittogramma riferito all'accessibilità esterna con la bici, verrà concesso l’utilizzo di questo spazio con accesso dall'interno della prima vettura, terminata la disponibilità di posti nella vettura semipilota.

Fiab accoglie con favore tale comunicazione, che risponde ad una richiesta della Federazione ripetutamente espressa negli anni.

 

Inoltre Trenitalia informa che sono stati acquistati kit portabici modulari per il Jazz, che possono essere installati a bordo dei treni sulla base delle necessità per aumentare gli spazi bici disponibili,  ad esempio su alcune tratte in estate. Il primo treno adattato con kit bici è stato inaugurato il 20 settembre in Toscana e i kit sono a disposizione delle Regioni che ne possono fare richiesta.

 FIAB chiede una verifica della larghezza del vano per la ruota, che accolga anche copertoni da mtb.

 

FIAB evidenzia il problema dell'acquisto del supplemento bici, attualmente non possibile dal sito.

Tale possibilità, chiarisce Trenitalia, è inibita dal sistema attuale, che non prevede biglietti della durata di 24 ore; nell'attesa della soluzione del problema, attualmente allo studio, sarà possibile l’acquisto  del biglietto supplemento bici presso gli oltre 70.000 punti vendita esterni della rete Sir, Sisal e Lottomatica. Sono inoltre in corso approfondimenti tecnici per rendere prenotabile il posto bici, sviluppando in forma sistemica quanto realizzato nella scorsa estate per la sperimentazione del servizio Treno + Bus Dolomitibus con bici al seguito in Veneto.

FIAB sollecita la possibilità di effettuare ricerche filtrate dei treni con trasporto bici: anche questa in programma di attuazione tra qualche mese.

 

In merito alla promozione delle iniziative Trenitalia + Fiab, a breve sarà dedicata una pagina delle Carte dei Servizi Regionali 2016 alla promozione della convenzione treno+bici.

Ultima modifica il Martedì, 03 Novembre 2015 22:41