Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Stampa questa pagina

Anche la Regione Calabria pianificherà BicItalia ed EuroVelo

Domenica, 18 Dicembre 2016 19:07

Primo incontro tra FIAB e Regione Calabria. Buona la prima! Anche la Regione Calabria pianificherà BicItalia ed EuroVelo e riconosce FIAB come interlocutore sulle questioni riguardanti ciclabilità urbana, cicloturismo e intermodalità.

 

Un importante passo in avanti per la ciclabilità in Calabria. Le osservazioni al Piano Regionale dei Trasporti redatte dall’associazione CoSenza Ciclabile insieme alla federazione nazionale sono state integrate nella pianificazione approvata negli ultimi giorni dalla Regione Calabria. In particolare, oltre a indicazioni sugli itinerari BicItalia ed EuroVelo (Ciclovia del Sole da Capo Nord a Malta), che andranno a costituire le dorsali della futura rete ciclabile regionale - una delle reti più “verdi” d’Italia grazie alle numerose aree protette attraversate dai grandi parchi nazionali dell’Appenino e alle riserve costiere e marine, è stato acquisito lo standard di classificazione delle ciclovie turistiche elaborato da FIAB e ormai legge in quasi tutte le regioni italiane, in attesa dell’approvazione da parte del Parlamento della legge quadro nazionale.

 

Una delegazione FIAB ha partecipato lunedì 12 dicembre 2016 a Catanzaro ad una serie di incontri presso gli assessorati regionali ai lavori pubblici e all’ambiente, focalizzando l’attenzione sui tre assi principali che impegnano la Federazione Italiana Amici della Bicicletta a tutti i livelli: la ciclabilità urbana, l’intermodalità, il cicloturismo e le reti extraurbane. All'incontro hanno partecipato, oltre a FIAB CoSenza Ciclabile, anche Giuseppe Dimunno componente del comitato Bicitalia e del consiglio nazionale FIAB, Nicola Bresci dell'associazione Calabria in Bici e Eleonora Sarlo, neolaureata in ingegneria dell'UniCal con una tesi sulla mobilità ciclistica ed il recupero delle greenway in Calabria. Secondo Marcello Carbone, presidente di FIAB Cosenza, “si è dato un segnale forte, essendo la prima volta che un’associazione che si interessa di mobilità in bicicletta come mezzo di trasporto a tutti gli effetti, e non solo a livello agonistico, viene ricevuta in Regione. Un contributo non trascurabile in una regione del Sud, che ha certamente problemi più urgenti da affrontare, ma in cui lo sviluppo sostenibile può contare veramente per il futuro”.

 

Tra le battaglie che FIAB intende portare avanti prossimamente in Calabria ci sono l’introduzione del supplemento bici gratis sui treni regionali, come già accade nelle regioni vicine, ed una mappatura della rete ciclabile regionale nella sua interconnessione coi principali nodi di scambio (porti, aeroporti, stazioni) o beni culturali e naturali. Da oggi, grazie a FIAB, anche in Calabria sia chi utilizza ogni giorno la bicicletta nel tempo libero o per motivi di studio e lavoro, sia le istituzioni possono contare su un interlocutore attento e sempre presente al loro fianco.

Ultima modifica il Domenica, 18 Dicembre 2016 19:13