Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Stampa questa pagina

Bike the Nobel. Paola Gianotti pedalerà fino ad Oslo per consegnare la candidatura. Partenza da Milano con Fiab.

Venerdì, 15 Gennaio 2016 17:45

COMUNICATO STAMPA

 

Per BIKE THE NOBEL di Caterpillar Rai Radio2

 

Partono domani da Milano le firme per la candidatura della bicicletta a Premio Nobel per la Pace: FIAB accompagna la ciclista Paola Gianotti nel primo tratto della sua pedalata verso Oslo.

 

Milano, 15 gennaio 2016 – Partono domani da Milano per Oslo le firme dell’iniziativa BIKE THE NOBEL: la ciclista Paola Gianotti* pedalerà per 2.000 km attraverso l’Europa per consegnare simbolicamente la candidatura della bicicletta a Premio Nobel per la Pace.

Ad accompagnare Paola Gianotti lungo i primi chilometri del viaggio verso la capitale norvegese sarà presente un gruppo di soci FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta di Milano e Lombardia, insieme alla presidente nazionale Giulietta Pagliaccio.

 

L’iniziativa BIKE THE NOBEL è promossa da Caterpillar, il programma di Rai Radio2 condotto da Massimo Cirri e Sara Zambotti, che hanno dato vita, negli ultimi mesi, alla campagna di raccolta firme concretizzando, così, un’idea più volte emersa e fortemente sentita da chi vive e ama la bicicletta.

 

Anche FIAB, la più importante realtà associativa di ciclisti non sportivi in Italia, è tra i sostenitori dell’iniziativa BIKE THE NOBEL e ha contribuito alla divulgazione del progetto e alla raccolta delle firme, condividendo -non da ora- le motivazioni indicate nella candidatura della bicicletta al Premio: il mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità, che non causa guerre, non inquina, fa bene al corpo e alla mente.

 

Sono state migliaia le adesioni a BIKE THE NOBEL in Italia all’estero, sia da professionisti come Davide Cassani, CT della Nazionale italiana di Ciclismo, e Vincenzo Nibali, sia da semplici appassionati della bicicletta. Il 28 gennaio la candidatura della bicicletta a Premio Nobel per la Pace sarà consegnata da Paola Gianotti alla Commissione che si riunirà nella capitale norvegese in febbraio per ufficializzare le nuove designazioni.

 

“Sono onorata di poter partecipare in prima persona al progetto Bike the Nobel e di pedalare insieme a Paola Gianotti nel primo tratto del suo viaggio verso Oslo – dice Giulietta Pagliaccio, presidente FIAB - La spinta ideale di questa iniziativa non può che fare bene alle tante persone che quotidianamente credono e lavorano nella promozione della bicicletta e valorizza, parallelamente, l’importanza di scelte verso stili di vita sani e sostenibili. Abbiamo bisogno di un impegno sempre più concreto da parte delle istituzioni, necessario a garantire città più vivibili e sicure e a sostenere lo sviluppo della mobilità ciclistica nel nostro Paese”.

 

BIKE THE NOBEL, la partenza in bicicletta per Oslo di Paola Gianotti:

appuntamento a Milano sabato 16 gennaio ore 10.00, davanti alla sede RAI in Corso Sempione, 27

 

Nella foto: Giulietta Pagliaccio, presidente FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta con Paola Gianotti al termine della conferenza stampa di presentazione di BIKE THE NOBEL, questa mattina in Rai.

 

* Paola Gianotti (34 anni) è una ciclista guinness di primati che nel 2014 ha compiuto il giro del mondo in bicicletta, prima donna italiana e seconda al mondo ad attraversare quattro continenti e venticinque paesi in 144 giorni. Nel 2015 ha partecipato alla Red Bull Trans-Siberian Extreme, gara di 9.200 km lungo il percorso della mitica ferrovia da Mosca e Vladovostok. Paola Gianotti è socia FIAB.

 

Ufficio Stampa FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta – www.fiab-onlus.it

Dragonetti&Montefusco Comunicazione T 02 48022325 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Annachiara Montefusco - M 339 7218836 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monica Macchioni – M 3441447050 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.