Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Stampa questa pagina

FIAB inaugura oggi a Milano la nuova sede nazionale

Venerdì, 29 Gennaio 2016 10:14

FIAB- Federazione Italiana Amici della Bicicletta inaugura oggi a Milano la nuova sede nazionale

E annuncia il ricco calendario di attività istituzionali e sul territorio per l’anno 2016

 

Milano, 29 gennaio 2015 – Punto di riferimento da quasi trent’anni per la promozione della mobilità ciclistica nel nostro Paese, FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta inaugura oggi la sua nuova sede nazionale a Milano, in Via Caviglia 3/A (zona Corvetto).

 

“I nuovi uffici della Federazione, ospitati fino ad oggi nella storica sede dell’associazione locale FIAB Ciclobby di Milano, vogliono essere un nuovo punto di riferimento della ciclabilità di tutta Italia e un luogo d’incontro per l’intero mondo delle due ruote a pedali”, dice Giulietta Pagliaccio, presidente nazionale FIAB.

 

Con oltre 150 associazioni distribuite capillarmente lungo tutta la penisola (+ 31% rispetto al 2010) e quasi ventimila soci, FIAB è una realtà in costante crescita che, anno dopo anno, ha moltiplicato gli impegni e le attività, sul territorio e presso le istituzioni, volte e diffondere l’uso della bicicletta nel quotidiano, nel tempo libero e nelle vacanze, quale mezzo di trasporto economico, rispettoso dell’ambiente e della salute delle persone.

 

“Favorire modi di muoversi sostenibili significa contribuire alla riqualificazione delle nostre città, che diventano più vivibili e sicure per tutti, e alla promozione di stili di vita più sani – dice Giulietta Pagliaccio, presidente nazionale FIAB – I primi investimenti a favore della mobilità ciclistica arrivati a fine anno dalla Legge di Stabilità e dal Collegato Ambientale per finanziare ciclovie turistiche, velo-stazioni, zone30, progetti di bike2work e bike2schook e altre iniziative a due ruote, sono un importante segnale dal mondo politico e confermano la necessità di attuare una strategia nazionale per lo sviluppo per la mobilità ciclistica in Italia”.

 

Schierata dalla parte di chi #pedalaognigiorno, come recita lo slogan della campagna tesseramento 2016 tutt’ora in corso, FIAB garantisce a tutti i suoi soci l’assicurazione RC valida in tutta Europa per danni a terzi provocati in bici (e la consulenza legale dedicata in caso di sinistri e risarcimenti), ma anche un ricco programma di eventi, iniziative, viaggi in bici, ciclo-escursioni, corsi e presentazioni tematiche, per un totale di oltre 3.000 appuntamenti ogni anno facilmente individuabili nel calendario nazionale andiamoinbici.it

 

La tessera n. 1 del 2016 FIAB l’ha donata a Papa Francesco che, nella sua enciclica Laudato Si’, scrive “la qualità della vita nelle città è legata in larga parte ai trasporti, causa di grandi sofferenze per il traffico, l’inquinamento, il consumo di energie non rinnovabili…” e ci ricorda, di fatto, come la bicicletta sia, invece, il mezzo di trasporto accessibile, ecologico, salutare e adatto alla socializzazione tra le persone.

 

Un mezzo che merita, addirittura, la candidatura al Nobel per la Pace. Durante l’inaugurazione della nuova sede nazionale FIAB, anche il collegamento in diretta Skype da Oslo con la ciclista guinness dei primati Paola Gianotti che, per l’iniziativa #BikeTheNobel promossa da Caterpillar di Rai Radio2 e sostenuta anche da FIAB, ha pedalato per 2000 km da Milano alla capitale norvegese dove, ieri, ha consegnato le oltre 10.000 firme che sostengono la candidatura della bicicletta a Premio Nobel per la Pace.

 

Ricco, articolato e con tante novità il calendario FIAB per l’anno 2016, annunciato durante l’inaugurazione della nuova sede milanese. Tra i principali appuntamenti:

 

  • la conclusione della campagna #30elode sulla sicurezza nelle città con il concorso a premi “Caro Renzi, vorrei andare in bici perché…”, che ha visto protagonisti i bambini di tutta Italia nel scrivere al premier le motivazioni che sostengono l’introduzione nel nuovo Codice della Strata dei 30 km/h come standard di velocità nei centri urbani. FIAB ha già chiesto di incontrare Matteo Renzi per consegnare una piccola pubblicazione delle richieste espresse dai bambini in questi mesi.

  • la premiazione delle aziende dell’area milanese che hanno preso parte al primo Challenge del progetto it, la campagna europea di ECF-European Cyclists’ Federation (di cui FIAB è membro per l’Italia) che si propone di incentivare gli spostamenti in bicicletta tra casa e lavoro, anche con formule di intermodalità con altri mezzi di trasporto, sostenendo, parallelamente, con un programma di assistenza e consulenza le aziende che vogliono rendere le proprie sedi bike-friendly.
    A questo primo Challenge hanno aderito ben 92 aziende per un totale di 292.119 km pedalati tra casa e lavoro con la partecipazione di 2.153 persone tra cui ben 248 nuovi ciclisti (persone che hanno dichiarato di non usare la bici)

 

  • A maggio di nuovo protagonisti i piccoli ciclisti e le famiglie nell’ormai tradizionale appuntamento di FIAB con Bimbimbici (bimbimbici.it) che ogni anno coinvolge più di 300 città e 70.000 persone oltre alle scuole primarie e secondarie di primo grado.

  • Il Cicloraduno FIAB, che quest’anno si svolgerà in Maremma a giugno, darà il via alla lunga stagione del Cicloturismo, con le tantissime iniziative e servizi che la Federazione mette in campo ogni anno: bici viaggi, ciclo-vacanze, gite ed escursioni (www.andiamoinbici.it), il portale it, la rete ciclabile Bicitalia.org. ecc.

 

  • A settembre appuntamento con Bicistaffetta, l’importante manifestazione di FIAB nata per sensibilizza opinione pubblica e istituzioni sull’importanza di sostenere la realizzazione della rete nazionale ciclabile Bicitalia - bicitalia.org - (che è in tutte le sue arterie principali il collegamento italiano della rete ciclabile europea Eurovelo). Il percorso di quest’anno sarà lungo la Ciclovia Adriatica tra le Marche e la Puglia.

 

A colorare il momento dell’aperitivo d’inaugurazione della nuova sede FIAB a Milano una mostra d’immagini e foto a cura di BC (www.rivistabc.com), la rivista di FIAB che dal 2011 sostiene idee e battaglie per un mondo sempre più ciclabile. “Viene detto spesso che in Italia non c’è cultura della bicicletta e, invece, questo è sempre meno vero e il nuovo impegno del Governo ne è una dimostrazione. – conclude Giulietta Pagliaccio - E se la cultura della bicicletta avanza, lo si deve anche a una rivista come BC che diffonde la mobilità ciclistica a tutto tondo, senza perdere di vista l’ampio tema della sostenibilità e quanto succede fuori dai confini italiani”.

 

FIAB - Federazione Nazionale Amici della Bicicletta

nuova sede nazionale: Via Caviglia 3/A - Milano

Tel. (provvisorio) 388-3912068- e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari apertura: dal lunedì al venerdì, 10.00/13.00 - 15.00/18.00

 

Ufficio Stampa FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta – www.fiab-onlus.it

Dragonetti&Montefusco Comunicazione T 02 48022325 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Annachiara Montefusco - M 339 7218836 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monica Macchioni – M 3441447050 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.