Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Stampa questa pagina

La bici in sosta alla stazione

Cicloposteggi in stazione per la sosta breve Cicloposteggi in stazione per la sosta breve

Nei paesi dove la mobilità ciclistica è molto sviluppata, come Olanda e Danimarca, le stazioni ferroviarie offrono parcheggi per biciclette con centinaia, a volte migliaia di posti. Anche in Italia le velostazioni si stanno diffondendo in molte città grandi e medie.

Per la sosta breve è sufficiente una batteria di archi portabici o altro tipo di supporto, che sia solido e permetta di legare il telaio e possibilmente entrambe le ruote della bici con uno/due lucchetti. Meglio se sotto una tettoia, al riparo dalle intemperie.

Per la sosta lunga e sistematica, dal mattino alla sera o per più giorni, l’ideale è un cicloposteggio chiuso e coperto ad accesso controllato. È garantita così una migliore protezione dalle intemperie e dai furti.

FIAB in collaborazione con la Regione Piemonte ha redatto un manuale per la pianificazione, progettazione, realizzazione e gestione di cicloposteggi nei nodi di interscambio con il trasporto pubblico.

 

 

Velostazione di Cesano Maderno(MB)