Home Page

MESSAGGI INVIATI - Mailing List Fiab Notizie Interne


da: Mailing List Fiab Notizie Interne <stampa@fiab-onlus.it>
oggetto: [Fiab N.I.] Successo Giornata nazionale "Ferrovie dimenticate"


FIAB N.I. - Notizie interne e circolari
(comprende anche i messaggi della Mailing List FIAB e Dintorni)
==^=============================================================


Successo Prima Giornata nazionale "Ferrovie dimenticate"
La Fiab sollecita la trasformazione dei sedimi dismessi in ciclovie


La "Prima Giornata nazionale delle Ferrovie dimenticate", promossa da COMODO e celebrata domenica scorsa 2 marzo, ha ottenuto un successo andato ben oltre le iniziali aspettative.

"Secondo i primi dati forniti dagli organizzatori - dichiara Albano Marcarini presidente di COMODO, la Confederazione Mobilità Dolce di cui la Fiab è parte attiva - almeno 15 mila persone hanno partecipato complessivamente ai 56 eventi programmati, accompagnati da una magnifica giornata di precoce primavera. Inoltre tutti i mezzi di informazione, sia a livello nazionale che locale, hanno largamente diffuso e commentato la manifestazione".

Dopo anni di insensibilità su questi temi, sembra che ci sia maggiore attenzione da parte di cittadini ed istituzioni verso la rivalutazione del patrimonio ferroviario minore e/o abbandonato. L'entusiasmo rilevato nelle situazioni locali è stato maggiore rispetto alle grandi realtà urbane: evidentemente l'attenzione verso la memoria e i valori del territorio nei piccoli centri sono ben più sentiti. "Le piccole ferrovie, abbandonate o no, riflettono purtroppo la stessa mancanza di attenzione dei territori che attraversano, colpiti spesso dall'emarginazione o da un mai avvenuto rilancio economico", continua Marcarini che annuncia: "abbiamo già stabilito di mantenere attivo il sito web www.ferroviedimenticate.it come piccolo ‘forum' di contatti e documentazione".

La Giornata nazionale sembra anche aver messo in secondo piano la sterile contrapposizione fra sostenitori della ferrovia ‘a tutti i costi' e filo-ciclisti che tendono invece alla trasformazione dei vecchi sedimi abbandonati. Le due soluzioni non sono in contrapposizione fra loro ma possono anche convivere con tempi e modalità diverse.

Proprio per questa ragione la Fiab sollecita le Istituzioni nazionali, regionali e locali, affincè i 5.700 km di ferrovie dismesse in Italia, quindi in assoluto disuso, vengano salvate dal degrato, dall'abbandono o da altri usi incompatibili, e trasformate in percorsi ciclabili a supporto della rete italiana "Bicitalia".


Lello Sforza
Ufficio Stampa FIAB onlus
(Federazione Italiana Amici della Bicicletta)
Tel. +39 3200313836
Fax +39 0805236674
stampa@fiab-onlus.it

==^=============================================================
FIAB - FEDERAZIONE ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA onlus
Presidenza, Direzione e Amministrazione: Via Borsieri, 4/E - 20159 Milano tel. 02-60737994 fax 02-69311624
Segreteria: Via Col di Lana, 9/a - 30170 Mestre (VE)tel./fax 041-928162
e-mail: info@fiab-onlus.it - Internet: http://www.fiab-onlus.it

aderente a ECF - European Cyclists' Federation www.ecf.com , COMODO, Confederazione Mobilità Sostenibile.
riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente quale associazione di protezione ambientale (art. 13 legge n. 349/86) e dal Ministero Lavori Pubblici quale associazione di "comprovata esperienza nel settore della prevenzione e della sicurezza stradale"
==^=============================================================

allegati:            



Torna alla lista dei messaggi inviati (Mailing List Fiab Notizie Interne)

Home Page