Home Page

MESSAGGI INVIATI - Mailing List Fiab Notizie Interne


da: Mailing List Fiab Notizie Interne <stampa@fiab-onlus.it>
oggetto: [Fiab N.I.] FERROVIE REGIONALI ITALIANE, PATRIMONIO DA DIFENDERE E VALORIZZARE


FIAB N.I. - Notizie interne e circolari
(comprende anche i messaggi della Mailing List FIAB e Dintorni)
==^=============================================================


FERROVIE REGIONALI ITALIANE, PATRIMONIO DA DIFENDERE E VALORIZZARE
UN CONVEGNO NAZIONALE A MILANO, INTERVIENE ANCHE LA FIAB



Venerdì 22 Febbraio a Milano, presso il Salone Liberty della Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo (via San Gregorio 48) si terrà il Convegno Nazionale "Le Ferrovie regionali italiane: un patrimonio da difendere e da valorizzare", per iniziativa di CO.Mo.Do, la Confederazione della Mobilità dolce.

Tra i relatori Umberto Rovaldi del Gruppo Tecnico FIAB interverrà sul tema "Dalle rotaie alle bici".

Il convegno inaugura gli eventi della sesta Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, prevista per domenica 3 marzo 2013 e voluta da CO.MO.DO, cui aderiscono le più importanti associazioni ambientaliste, di mobilità sostenibile, di promozione del turismo ferroviario, del cammino e della salvaguardia del paesaggio italiane, tra cui la FIAB.

Dichiara Albano Marcarini, past president di CO.MO.DO: "La rete ferroviaria italiana, nella seconda metà dell'Ottocento, ha potentemente contribuito all'unificazione del nostro Paese, facilitando gli spostamenti tra province contigue ma, fino ad allora, di fatto isolate. Questa funzione si è poi sviluppata con i collegamenti tra il Nord ed il Mezzogiorno e, più recentemente, con le relazioni ad Alta Velocità che hanno di molto accorciato i tempi di viaggio tra le maggiori città italiane. Al tempo stesso il treno ha favorito l'evoluzione dei costumi e della cultura, mentre ferrovie e stazioni hanno plasmato - spesso in maniera gradevole, grazie ad edifici e strutture di notevole valore architettonico - il paesaggio italiano".

Oggi, proprio mentre il treno ritorna protagonista nel mondo dei trasporti in Europa e nelle potenze emergenti dell'Asia, e torna ad essere utilizzato anche dalla nostra classe dirigente, il patrimonio infrastrutturale costituito dalla rete ferroviaria minore rischia nuovamente l'abbandono e l'incuria. Questo non tanto perché ci si continui ad illudere, come mezzo secolo fa, che il trasporto su gomma sia la panacea di tutti i problemi (il bus, in particolare, si è rivelato una alternativa perdente rispetto alla rotaia), ma perché ora la crisi della finanza pubblica e la conseguente ridimensionamento dello stato sociale suggeriscono il disimpegno della mano pubblica dai servizi periferici ritenuti, a torto, meno importanti. Con pesanti ricadute sull'ambiente, sul paesaggio, sugli equilibri territoriali, sul diritto alla mobilità garantito dalla Costituzione. Mentre, invece, proprio la rete secondaria dovrebbe costituire il complemento indispensabile dell'Alta Velocità per raggiungere capillarmente tutti i capoluoghi di provincia.

"Senza dimenticare - continua Marcarini - che anche i sedimi ferroviari ormai da tempo abbandonati e difficilmente ripristinabili per il passaggio del treno nel futuro prevedibile possono essere riconvertiti in splendidi percorsi ciclopedonali con grandi benefici per la mobilità dolce e la valorizzazione del territorio, come è già avvenuto in diverse zone della Penisola. Occorre però maggiore attenzione da parte delle istituzioni nazionali e regionali a questa importante partita e le Associazioni aderenti a Co.Mo.Do. intendono, con la promozione di questo Convegno, attirare l'attenzione e chiedere un chiaro impegno ai candidati di tutti gli schieramenti politici affinché non venga trascurato un patrimonio di infrastrutture tuttora utile ed irrinunciabili".

Di seguito il programma del convegno:

Ore 9.30 Registrazione

Ore 9.45 Saluto ai convenuti ed introduzione

• Perché dobbiamo valorizzare un patrimonio irrinunciabile
Massimo FERRARI (Presidente UTP - Assoutenti)

Ore 10.00 Inizio lavori

• Le ferrovie in rete: come i treni hanno unificato il paese
Stefano MAGGI (Docente Università di Siena, Presidente Fondazione Cesare Pozzo)

• Ferrovie secondarie ed ecologia del paesaggio
Virginio BETTINI (Docente Università IUAV di Venezia)
Vittorio INGEGNOLI (Docente Università degli Studi di Milano)
In collaborazione con Associazione IUBILANTES

• La ferrovia Merano - Malles: un'esperienza di successo
Marco STABILE (Sostituto Direttore d'Esercizio della Ferrovia Merano - Malles)

• La Lombardia: una regione in controtendenza
Luigi LEGNANI (AD Trenord Spa)

• Ferrovie delle meraviglie: ieri, oggi, domani
Massimo BOTTINI (Comitato Scientifico Nazionale Italia Nostra)

• Dalle rotaie alle bici
Umberto ROVALDI (Gruppo Tecnico FIAB Onlus)

Interventi programmati dalle Associazione confederate a Co.Mo.Do.

• Il recupero ai fini turistici delle ferrovie dismesse
Silvio CINQUINI (Presidente Associazione Ferrovie Turistiche Italiane)

• La desertificazione delle zone interne della Campania e la ferrovia
Pietro MITRIONE (Presidente Associazione In-Loco-Motivi, Avellino)

Ore 13.00 Conclusioni

Albano MARCARINI (Fondatore e past President Co.Mo.Do.)



Lello Sforza
Responsabile Ufficio Stampa FIAB onlus
(Federazione Italiana Amici della Bicicletta)
Tel. +393200313836 +393200313836 - stampa@fiab-onlus.it


La bicicletta fa bene al cuore e alla circolazione.
Con la tua firma sul 5 x 1000 sostieni la FIAB (C.F. 11543050154)

==^=============================================================
FIAB - FEDERAZIONE ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA onlus
Presidenza, Direzione e Amministrazione: Via Borsieri, 4/E - 20159 Milano tel. 02-60737994 fax 02-69311624
Segreteria: Via Col di Lana, 9/a - 30170 Mestre (VE)tel./fax 041-928162
e-mail: info@fiab-onlus.it - Internet: http://www.fiab-onlus.it

aderente a ECF - European Cyclists' Federation www.ecf.com , COMODO, Confederazione Mobilitΰ Sostenibile.
riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente quale associazione di protezione ambientale (art. 13 legge n. 349/86) e dal Ministero Lavori Pubblici quale associazione di "comprovata esperienza nel settore della prevenzione e della sicurezza stradale"
==^=============================================================

allegati:            



Torna alla lista dei messaggi inviati (Mailing List Fiab Notizie Interne)

Home Page