Home Page

MESSAGGI INVIATI - Mailing List Fiab Notizie Interne


da: Mailing List Fiab Notizie Interne <webmaster@fiab-onlus.it>
oggetto: [Fiab N.I.] Importanti aggiornamenti sulle attività istituzionali FIAB


FIAB N.I. - Notizie interne e circolari
(comprende anche i messaggi della Mailing List FIAB e Dintorni)
==^=============================================================


Ai Presidenti e Consiglieri delle associazioni FIAB

Forse avrete già visto l'articolo di oggi nel sito FIAB, titolato "Sensi unici, Repubblica ed altre storie", dove raccontiamo dell'articolo uscito sabato scorso su Repubblica a proposito di una delle proposte FIAB di lunga data (sensi unici eccetto bici) e dove ho anticipato alcune delle note che seguono.
L'articolo è questo: http://fiab-onlus.it/bici/attivita/varie/item/834-sensi-unici-repubblica.html

Fiab sta lavorando intensamente per un Paese Bike Friendly. E, le note che seguono, della nostra Presidente Giulietta Pagliaccio, vogliono costituire un breve aggiornamento di alcune importanti attività in corso.

Stefano Gerosa - Vice Presidente e responsabile sito fiab-onlus.it


*** - *** - *** - *** - *** - *** - *** - ***
Note della Presidente Giulietta Pagliaccio.
*** - *** - *** - *** - *** - *** - *** - ***

Attività istituzionali: crescono gli impegni e spesso facciamo fatica a stare dietro alle molteplici iniziative in corso e a darne contemporaneamente una corretta comunicazione.

Sapete del seminario a Roma il 14 febbraio ed è un appuntamento importante con il quale stiamo accreditandoci in modo significativo nel mondo della politica del Palazzo di Governo.
Poco alla volta siamo diventati un punto di riferimento autorevole per la politica sui temi della mobilità ciclistica: si intensificano i rapporti a tutti i livelli, dal parlamentare al ministro o sottosegretario di turno.

Oltre al seminario voglio ricordare la presentazione della modifica di legge dell'infortunio in itinere da parte di un gruppo di parlamentari a noi vicini oltre al grande lavoro di alcuni dei nostri tecnici sulla modifica del Decreto Ministeriale 557, che ha portato a smontare una proposta degli uffici ministeriali ancora più farraginosa di quanto non sia oggi e che rendeva sempre più complicato attuare interventi in favore della mobilità ciclistica, vanificando gli sforzi di tanti primi cittadini che a gran voce e sotto l'egida dell'ANCI chiedono norme semplificate sull'esempio delle realtà europee più avanzate sul fronte della mobilità ciclistica.
Questa partita è ancora aperta e il nostro lavoro di lobby mira a creare un fronte unito a sostegno di tesi e proposte che sono non solo nostre: mettere insieme politici, tecnici di aree diverse, sindaci, assessori, funzionari pubblici, ma anche il mondo dell'impresa attraverso ANCMA, è un'attività complessa e faticosa ma indispensabile. È necessario fare massa critica per poter dimostrare che le nostre non sono richieste di uno sparuto gruppo di nostalgici in bici, ma rappresentano interessi ampiamente condivisi da una larga e sempre crescente fascia di cittadini italiani.

Ma non finisce qui e ci stiamo preparando per il semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea: abbiamo inviato una lettera al Ministro dei Beni culturali prof. Bray ( http://www.fiab.info/download/lettera_min_bray-1.pdf ) a firma mia e del presidente ECF Manfred Neun, con cui proponiamo iniziative di promozione del cicloturismo in Italia e a breve incontreremo il sottosegretario Giordani per discutere delle nostre proposte.

Come vedete c'è molto fermento e movimento che si riverbera anche nelle situazioni locali: la rassegna stampa che arriva quotidianamente ai Presidenti delle associazioni FIAB restituisce una realtà associativa molto vivace e sempre più amministrazioni attuano provvedimenti in favore della mobilità ciclistica, frutto di attività di lobby locale da parte delle nostre associazioni.
Leggere che anche una città come Firenze sta attuando il "controsenso ciclabile" o "senso unico eccetto bici" è un segnale positivo del cambiamento in atto: se ciò avviene nella città che in questo momento sembra essere il centro della politica italiana grazie al suo sindaco il segnale ha ancora più peso. E questo risultato è in gran parte merito dell'associazione di Firenze….e se i giornali non ne danno risalto dispiace ma il risultato resta ed è ciò che conta.

Giulietta Pagliaccio, Presidente FIAB

==^=============================================================
FIAB - FEDERAZIONE ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA onlus
Presidenza, Direzione e Amministrazione: Via Borsieri, 4/E - 20159 Milano tel. 02-60737994 fax 02-69311624
Segreteria: Via Col di Lana, 9/a - 30170 Mestre (VE)tel./fax 041-928162
e-mail: info@fiab-onlus.it - Internet: http://www.fiab-onlus.it

aderente a ECF - European Cyclists' Federation www.ecf.com , COMODO, Confederazione Mobilità Sostenibile.
riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente quale associazione di protezione ambientale (art. 13 legge n. 349/86) e dal Ministero Lavori Pubblici quale associazione di "comprovata esperienza nel settore della prevenzione e della sicurezza stradale"
==^=============================================================

allegati:            



Torna alla lista dei messaggi inviati (Mailing List Fiab Notizie Interne)

Home Page