Home Page

MESSAGGI INVIATI - Mailing List


da: Mailing List <stampa@fiab-onlus.it>
oggetto: CLAUDIO BISIO TESIMONIAL BIMBIMBICI




Milano, 26/02/02

Comunicato stampa

=============================================================
CLAUDIO BISIO, PER IL TERZO ANNO, TESTIMONIAL DI "BIMBIMBICI"
L'ATTORE DICHIARA: "SONO UN AUTOMOBILITA PENTITO. LE STRADE NON SONO FATTE
PER BAMBINI, CICLISTI E PEDONI"
=============================================================


"Sono un automobilista pentito. Ho scoperto veramente
la bicicletta solo quando sono nati i miei due bambini, Alice e Federico,
che oggi hanno, rispettivamente, 6 anni e 3 anni e mezzo. Da quando ho iniziato
a portarli in bici all'asilo mi sono reso conto che le strade non sono fatte
per bambini, ciclisti e pedoni. Prima non me ne ero accorto. Per questo sarà
con voi della FIAB a Milano, il prossimo 5 maggio, insieme ad Alice e Federico, per
chiedere strade sicure per tutti".

Così dichiara l'attore Claudio Bisio, per il terzo anno
testimonial di BIMBIMBICI, la giornata nazionale della FIAB, che domenica 5
maggio porterà per le strade di grandi città e piccoli centri almeno 20.000
bambini accompagnati dai loro genitori (pure in bici). Attualmente sono 62
le città dove si terrà la manifestazione, ma l'obiettivo è coinvolgere 100 città.
Significativo il fatto che ben 20 Amministrazioni comunali abbiani chiesto
alla FIAB di organizzare direttamente BIMBIMBICI e due Amministrazioni
provinciali, di Siena e di Bari, abbiano comunicato la loro adesione. Tutti i
dettagli sul sito www.bimbimbici.org .

La bici consente sia agli adulti che ai bambini, di scoprire con occhi
diversi i luoghi in cui si vive. Ne è convinto Claudio Bisio che racconta:
"Quando mi carico sulla bici Alice e Federico e percorriamo la cicloalzaia
della Martesana fino al Parco Lambro di Milano, passiamo dei bei momenti.
Qualche volta cantiamo insieme e osserviamo ciò che c'è lungo il percorso:
un merlo sulla pista ciclabile, la pianta di cachi maturi che, neanch'io in
tanti anni in macchina avevo mai notato. I bambini mi fanno domande.
Insomma, penso che la bicicletta aiuti parecchio i più piccoli, che spesso
passano molto del loro tempo in auto trasportati da una parte all'altra,
a scoprire l'ambiente e a favorire il loro sviluppo psicologico.
Appena saranno in grado di farlo, anche i miei bambini andranno con la loro
biciclettina, guadagnandoci in autonomia e in sviluppo della motricità".


Lello Sforza Ufficio stampa
stampa@fiab-onlus.it
Tel. +39 3200313836
fax +39 0805236674





allegati:            



Torna alla lista dei messaggi inviati (Mailing List )

Home Page