ARCHIVIO: questo Ŕ il vecchio sito FIAB (anni 1998 - 2012)

VAI AL NUOVO SITO

 

Comunicato stampa FIAB 17/99: Piani Regionali per la MobilitÓ Ciclistica: Enti Locali e Regioni al lavoro anche d'estate?

FIAB onlus -FEDERAZIONE ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA ONLUS
Segreteria: VIALE VENEZIA, 7 - 30171 MESTRE (VE) - tel/fax 041/938092
www.rcvr.org/assoc/adb/fiab - fiab@poboxes.com

30 luglio 1999

Comunicato stampa

PIANI REGIONALI PER LA MOBILITA’ CICLISTICA
ENTRO IL 30 NOVEMBRA LA CONSEGNA AL MINISTERO DEI TRASPORTI
ENTI LOCALI E REGIONI AL LAVORO ANCHE D’ESTATE?

E’ confermata per il 30 novembre la data entro cui devono pervenire al Ministero dei Trasporti  da parte delle Regioni i piani regionali per la mobilitÓ ciclistica redatti, sulla base dei progetti presentati dagli Enti locali, ai sensi della legge n. 366/98 che finanzia interventi infrastrutturali e culturali a favore dell’uso urbano e turistico della bicicletta intesa come mezzo di trasporto. I progetti, elaborati da Comuni, Province e loro associazioni, nel quadro di programmi pluriennali, devono privilegiare i collegamenti ciclabili con gli edifici scolastici, con le aree verdi, con le aree destinate ai servizi, con le strutture socio-sanitarie, con le reti di trasporto pubblico, con gli uffici pubblici e con le aree di diporto e turistiche.   A disposizione degli Enti 11 miliardi l’anno di fondi statali, per quindici anni, destinati all’accensione di mutui, da ripartire secondo criteri ridefiniti dalle Regioni di intesa con il Ministero dei Trasporti. Possono essere anche utilizzati i fondi comunitari e i proventi delle multe che i Comuni vorranno destinare alla mobilitÓ ciclistica.   Dovranno lavorare quindi, probabilmente anche d’estate Comuni e Regioni e in stretto contatto tra di loro per evitare  che la scadenza del 30 novembre trovi le Pubbliche Amministrazioni impreparate come giÓ successo in precedenza: infatti il termine iniziale del  7 maggio, fissato dalla legge, era stato giÓ prorogato dal Ministero dei Trasporti su richiesta delle Regioni.

La FIAB onlus – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, nel sollecitare gli Enti locali e le Regioni a considerare prioritaria la questione “trasporti  in bicicletta” nell’ambito delle politiche in materia di mobilitÓ, ambiente e  salute collettiva, invita le Amministrazioni a redigere i progetti e i piani entro le scadenze stabilite al fine di incentivare l’uso trasportistico della bicicletta, anche in vista dell’applicazione da parte dei Comuni dei provvedimenti del governo sul “mobility manager” e sul benzene e degli interventi in materia di sicurezza stradale.

Il Responsabile relazioni esterne
Lello Sforza
(tel/fax 080/5236674)

Torna alla pagina precedente