ARCHIVIO: questo il vecchio sito FIAB (anni 1998 - 2012)

VAI AL NUOVO SITO

 

Home Page


Treno + Bici

Lettera ad Amicotreno

Paolo Bonavoglia di Venezia, grande amico della bicicletta e del treno (sito personale), ci manda un'altra delle sue lettere, che volentieri pubblichiamo sul sito della FIAB.

Spett. Redazione Amicotreno
cc      FIAB - Federazione amici bicicletta.

Ieri e' entrato in vigore il nuovo orario ferroviario; alle 8.30 mi sono presentato alla biglietteria della stazione di Venezia S.Lucia chiedendo un biglietto 24 ore per la bici; l'impiegato dice che non sa quale sia il nuovo prezzo in euro; gli ricordo che sull'ultimo numero di Amicotreno c'e' la tabella dei nuovi prezzi e che per chi come me ha la carta Amicotreno il prezzo e' 2,50 Euro; l'impiegato si allontana e si mette a consultare libroni e colleghi mentre i minuti passano; quando gli ricordo che rischio di perdere il treno mi dice che comunque potro' prendere il treno successivo; alla fine emette un biglietto per 2,50 Euro sulla mia parola e cosi' pure per un altro ciclista arrivato nel frattempo.
Alla fine riusciamo a prendere il treno "al volo" dopo una frenetica corsa  al marciapiede n.18.

Non e' la prima volta che devo lamentare la scarsa anzi  scarsissima informazione che Trenitalia fa del servizio Treno+Bici, al  punto che gli stessi impiegati delle ferrovie ne sanno ben poco.
Possibile che il servizio Treno+Bici non sia memorizzato nel  servizio informativo delle ferrovie? Possibile che gli impiegati delle  biglietterie non abbiano per lo meno a portata di mano un orario aggiornato  o magari l'ultimo numero di Amicotreno??

Un'altra osservazione: l'anno scorso e' stata inaugurata con gran  pompa la nuova linea pontebbana e la nuova stazione di Tarvisio; pensavo che questo preludesse a un potenziamento della linea Venezia - Tarvisio - Vienna. Tutto al contrario!! Il numero di treni sulla linea e' piu' o meno lo stesso di prima, buona parte del servizio locale continua ad essere svolto su strada, ed e' stato addirittura soppresso il  treno diretto Venezia-Vienna del mattino.
In conclusione si sono spesi miliardi per una linea che serve si e no a una decina di treni al giorno!
E non parliamo del servizio Treno+Bici! La prossima estate intendevo andare a Vienna con la bici e se l'orario estivo ricalchera'  quello invernale, sara' un bel rompicapo; infatti l'Eurocity notturno  Venezia-Vienna che fino all'anno scorso aveva il servizio treno+bici ora
 non lo ha piu'!
Quando si decideranno le ferrovie a dare maggior dignita' al  servizio treno+bici, a cominciare dall'estensione del servizio agli  Intercity, come avviene in molti altri paesi europei?

Paolo Bonavoglia
Cannaregio 3027/R
30121 V E N E Z I A